19 aprile 2020: Giornata Nazionale donazione e trapianto di organi, tessuti e cellule

leggi

"In questo momento di emergenza l’attività di donazione e trapianto di organi e tessuti nel nostro Paese continua"

leggi

"Una scelta in Comune"
Informazioni per i Comuni

leggi

"Decreto SIT Legge 91/99:
NON introduce il silenzio-assenso"

leggi

In questo momento di emergenza l’attività di donazione e trapianto di organi e tessuti nel nostro Paese continua

NOTA DEL DIRETTORE DEL CENTRO NAZIONALE TRAPIANTI

Ministero della Salute
Istituto Superiore di Sanità
Centro Nazionale Trapianti

Roma, 13 marzo 2020

In questo momento di emergenza l’attività di donazione e trapianto di organi e tessuti nel nostro Paese continua. Il trapianto rientra nei Livelli Essenziali di Assistenza e, per le caratteristiche stesse connesse all’imprevedibilità della disponibilità del donatore, di per sé è sempre urgente. Per queste ragioni siamo tutti consapevoli che è un’attività che deve essere mantenuta e che deve garantire le massime condizioni di sicurezza possibili anche in questa situazione straordinaria.
Ringraziamo tutti gli operatori e le operatrici della rete trapiantologica, tutte le persone che lavorano al CNT e al CNT Operativo che stanno continuando la loro attività con lo stesso impegno di sempre per essere al servizio dei pazienti e per minimizzare l’impatto che l’emergenza coronavirus potrebbe avere sull’attività trapiantologica.
Tutti gli uffici del CNT sono al lavoro in modalità smart working; la segreteria del CNT è raggiungibile dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17 ai numeri 366 6661868, 366 9036906, 340 8604803 e all’indirizzo email cnt@iss.it. Per qualunque dubbio o necessità, i cittadini e i pazienti possono scrivere a infocnt@iss.it. La centrale operativa di Coordinamento nazionale è attiva, come sempre, 24 ore su 24, 7 giorni su 7.
Stiamo continuando a lavorare tutti insieme, operatori e rappresentanti delle associazioni, per fare quello che già normalmente facciamo: garantire il miglior organo per il miglior paziente. A tutti gli operatori, in particolare quelli delle regioni più colpite, va il mio ringraziamento e la mia stima per quanto stanno facendo nell’affrontare l’emergenza ed allo stesso tempo garantire il mantenimento del programma.
Il CNT ha disposto sin da subito, a tutela dei pazienti in attesa di trapianto, le misure di prevenzione della trasmissione dell’infezione da COVID-19: tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.trapianti.salute.gov.it. Dall’inizio dell’emergenza sui donatori di organi e tessuti sono stati eseguiti circa 300 tamponi risultati tutti negativi.
Sono in corso incontri in videoconferenza con tutti i componenti della Consulta tecnica per i trapianti al fine di avere in tempo reale informazioni e aggiornamenti da tutto il territorio nazionale. È, inoltre, attivo un canale diretto con il Ministero della Salute volto a garantire sia il lavoro degli operatori della rete, sia il diritto alla cura per i pazienti in attesa di trapianto.
Tutti noi, ed io per primo, siamo consapevoli che sia i pazienti trapiantati che quelli in attesa di trapianto in questi giorni abbiano necessità di essere ascoltati e informati. Per questo stiamo lavorando a stretto contatto con le maggiori associazioni di pazienti e con le società scientifiche di riferimento per raggiungere tutti e poter soddisfare le tante richieste di informazione. Molte di loro hanno risposto prontamente all’esigenza di informazione e pubblicato sui loro siti e sui canali social informazioni utili ai pazienti.
Il Centro nazionale trapianti invita i pazienti trapiantati e in trattamento con immunosoppressori a rispettare rigorosamente le indicazioni del DPCM 11 marzo che ha chiesto a tutti i cittadini di rimanere nelle proprie case e di uscire solo in casi di stretta necessità.
Segnaliamo a tutte e tutti il numero verde 800.822.515 attivato dalla Fondazione italiana del rene (Fir), in collaborazione con la Società italiana di nefrologia (Sin) per rispondere alle domande e ai dubbi dei pazienti nefropatici sull’emergenza coronavirus. Qualunque aggiornamento sarà tempestivamente pubblicato sul sito www.trapianti.salute.gov.it.

Il Direttore del Centro Nazionale Trapianti
Massimo Cardillo